Peregrinatio reliquia Livatino, a Favara dal 13 al 16 ottobre, sosta al Carcere Petrusa

Continua la Peregrinatio della reliquia del beato Rosario Angelo Livatino per i comuni dell’arcidiocesi di Agrigento.

Dopo le tappe di Canicattìda dove ha avuto inizio il 19 settembre scorso; Agrigento (24-25 settembre),  Castrofilippo (25-26 settembre), Palma di Montechiaro (2 al 5 ottobre) e Grotte (7-10 ottobre), la reliquia del Beato Livatino farà sosta, dal 13 al 16 ottobre, a Favara (vedi programma)

La teca, con la camicia intrisa di sangue, indossata il giorno dell’assassinio, sarà accolta mercoledì 13 ottobre in piazza Carmine  alle ore 18:00 dove alle ore 18.30, l’Arcivescovo, mons. Alessandro Damiano, presiederà la S. Messa concelebrata dai presbiteri della città; al termine la reliquia resterà esposta per la preghiera e le visite personali fino alle ore 21:00. Particolarmente attesa, invece, sarà la sosta, giovedì 14 ottobre, al carcere Petrusa.

  • In occasione della Peregrinatio il Consiglio pastorale cittadino “Area Padre Pino Puglisi” ha organizzato. per il 14 ottobre, ore 19.30, un incontro, presso il Salone attiguo alla parrocchia San Giuseppe Artigiano dal titolo: “Beato Rosario Angelo Livatino: la fede, l’umanità e l’impegno dell’uomo e del magistrato”. Al momento di riflessione interverranno: l’ avv Giovanni Tesè, Giuseppe Panella, presidente dell’associazione “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino onlus, don Giuseppe d’Oriente arciprete di Favara, con il contributo artistico della pittrice Amelia Russello.

La visita del Reliquiario – dopo le tappe nelle Scuole della Città, e in alcune parrocchie – si concluderà, sabato 16 ottobre, al termine della Concelebrazione eucaristica delle ore 18.30,  nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo con l’Atto di Affidamento al Beato della Città di Favara.