Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica

L’Ufficio Insegnamento della Religione Cattolica (IRC) promuove, nelle diverse componenti dell’istituzione scolastica (dirigenti, docenti, genitori, alunni), un’adeguata informazione ed una giusta consapevolezza sull’identità della disciplina IRC secondo lo Statuto definito dagli accordi concordatari tra Santa Sede e Repubblica italiana.

Per fare questo

  • cura la formazione permanente dei docenti perché incrementino la loro preparazione (teologica, pedagogico-didattica, psicologica, culturale e spirituale);
  • offre collaborazione e consulenza agli insegnanti di religione cattolica (IdR) e alle istituzioni scolastiche ed ecclesiali (parrocchie, vicariati), in vista della soluzione dei problemi legati alla gestione dell’IRC e degli IdR;
  • gestisce, nel territorio diocesano, l’organico degli IdR predisponendo appositi elenchi di merito degli incaricati e degli aspiranti IdR;
  • predispone la necessaria istruttoria per la revoca dell’idoneità nei casi e nelle forme previste dalle norme ecclesiastiche;
  • cura i rapporti istituzionali con gli istituti di formazione teologica presenti in Diocesi, con la Consulta Regionale per l’IRC e il Servizio Nazionale per I’IRC.
  • collabora con gli altri Uffici e servizi della Curia, con enti e associazioni laicali, per un lavoro di rete fra tutti coloro che hanno a cuore l'educazione integrale delle nuove generazioni.

«L’insegnamento della Religione Cattolica è impartito, nel rispetto della libertà di coscienza degli alunni, secondo indicazioni didattiche che devono essere conformi alla dottrina della Chiesa e collocarsi nel quadro delle finalità della Scuola». (Intesa per l'insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole pubbliche, 28 giugno 2012)

«Grazie all’insegnamento della religione cattolica, dunque, la Scuola e la Società si arricchiscono di veri laboratori di cultura e di umanità, nei quali, decifrando l’apporto significativo del cristianesimo, si abilita la persona a scoprire il bene e a crescere nella responsabilità, a ricercare il confronto e a raffinare il senso critico, ad attingere dai doni del passato per meglio comprendere il presente e proiettarsi consapevolmente verso il futuro» (Benedetto XVI, Discorso agli Insegnanti di Religione Cattolica, 25 aprile 2009).

L’IRC è regolamentato:

dalla Legge 25/03/1985 n. 121 (accordo di revisione del Concordato tra Italia e Santa Sede dell’11/02/1929);

dal DPR 16/12/1985 n. 751 ;

dall’Intesa tra Ministero P.I. e la CEI del 13/06/1990 

dalla nuova Intesa tra CEI e MIUR del 28/06/2012

relativo DPR n. 175 del 20/08/2012  con relative circolari applicative.

organigramma ufficio

 

 

 

 

 

in Primo Piano
19 Settembre 2022

Nuovo anno scolastico: lettera dell’Arcivescovo a docenti e studenti

Pubblichiamo il messaggio che l’Arcivescovo di Agrigento, mons. Alessandro Damiano, ha indirizzato, all’inizio…

4 Aprile 2022

Nuove nomine (04/04/22) dell’Arcivescovo, mons. Alessandro Damiano

In data odierna, lunedì̀ 4 aprile 2022, l’Arcivescovo di Agrigento mons. Alessandro Damiano ha reso…