Arcivescovi Emeriti

 

S.Em. Card. Francesco Montenegro è nato a Messina il 22 maggio 1946. Ha compiuto gli studi ginnasiali, liceali e quelli filosofici e teologici nel Seminario Arcivescovile “S. Pio X” di Messina.

Ha ricevuto l’ordinazione presbiterale l’8 agosto 1969 con incardinazione nell’arcidiocesi di Messina. Ha frequentato i corsi di Teologia Pastorale presso l’Ignatianum di Messina; dal 1969 al 1971 ha esercitato il ministero sacerdotale in una zona periferica della città; dal 1971 al 1978 è stato Segretario particolare, successivamente, degli Arcivescovi Mons. Francesco Fasola, di b.m., e Mons. Ignazio Cannavò.

È stato negli anni 1978-1987 Parroco della Parrocchia di S. Clemente in Messina; dal 1988 è stato Direttore della Caritas diocesana, Delegato Regionale della Caritas e rappresentante regionale alla Caritas nazionale.

Ha pure ricoperto i seguenti incarichi: Insegnante di Religione, Assistente diocesano del Centro Sportivo Italiano, Direttore diocesano dell’Apostolato della Preghiera, Mansionario del Capitolo dell’Archimandritato, Rettore della Chiesa-Santuario di S. Rita e Padre Spirituale del Seminario Minore. È stato Membro del Consiglio Presbiterale.

Dal 1997 al 2000 è stato Pro-Vicario Generale dell’arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela e dal 1998 Canonico del Capitolo Protometropolitano della Cattedrale di Messina.

Eletto alla Chiesa titolare di Aurusuliana e nominato Ausiliare di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela il 18 marzo 2000, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 29 aprile dello stesso anno.

È Presidente della Commissione Episcopale della CEI per il servizio della carità e la salute; Presidente della Caritas Italiana; Presidente della Consulta Nazionale per la pastorale della sanità; Presidente della Consulta ecclesiale degli organismi socio-assistenziali.

ll 23 febbraio 2008 papa Benedetto XVI lo nomina arcivescovo metropolita di Agrigento; succede a Carmelo Ferraro, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 17 maggio successivo prende possesso dell’arcidiocesi. Dal maggio 2013 è presidente della Commissione episcopale per le migrazioni della Conferenza episcopale italiana, a motivo del suo impegno per l’accoglienza dei migranti nell’arcidiocesi agrigentina, improntando il proprio operato sulla comunione, con una particolare attenzione alle varie situazioni di povertà.

L’8 luglio 2013 accoglie papa Francesco, durante la visita apostolica a Lampedusa e Linosa.

Nel concistoro del 14 febbraio 2015 papa Francesco lo crea cardinale presbitero dei Santi Andrea e Gregorio al Monte Celio; il 19 aprile prende possesso del titolo.

È stato membro dal 13 aprile 2015 fino al loro scioglimento del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti e del Pontificio consiglio “Cor Unum”.

Il 20 maggio 2015 è eletto presidente della Commissione episcopale per il servizio della carità e la salute della Conferenza episcopale italiana e, in quanto tale, presidente di Caritas Italiana e della Consulta ecclesiale degli organismi socio-assistenziali; da questi incarichi si è dimesso il 3 dicembre 2018.

Nell’ottobre 2015 è stato chiamato da papa Francesco a prendere parte alla XIV assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi.

Il 22 maggio 2021 papa Francesco accoglie la sua rinuncia per raggiunti limiti d’età gli succede l’arcivescovo coadiutore Alessandro Damiano. Assume da allora il titolo di arcivescovo emerito di Agrigento.

 

 

S.E.R. Mons.Carmelo Ferraro è nato Santa Croce Camerina, 12 settembre 1932 ordinato sacerdote dall’arcivescovo metropolita di Siracusa Ettore Baranzini il 3 luglio 1955.

Il 30 marzo 1978 è eletto vescovo di Patti. Viene consacrato vescovo il 13 maggio 1978 nello stadio comunale di Vittoria, dove era stato arciprete per quindici anni, dal cardinale Salvatore Pappalardo (co-consacranti: Angelo Rizzo e Sebastiano Rosso).

Il 3 novembre 1988 è trasferito all’allora sede vescovile di Agrigento. Fa il suo ingresso in diocesi il 10 dicembre 1988.

Il 2 dicembre 2000 papa Giovanni Paolo II erige la sede agrigentina a sede arcivescovile metropolitana con suffraganee le diocesi di Caltanissetta e Piazza Armerina: diviene così il primo arcivescovo metropolita di Agrigento.

Il 23 febbraio 2008 diviene arcivescovo emerito di Agrigento; gli succede il vescovo ausiliare di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela S.Em. Card.Francesco Montenegro.

Il 25 marzo 2009 consacra vescovo, nella cattedrale di Agrigento, S.E.R. Mons. Salvatore Muratore, suo vicario generale per tanti anni ad Agrigento.