Giornata di fraternità della vita consacrata

Giornata di fraternità della vita consacrata

Anche quest’anno i consacrati della nostra Arcidiocesi hanno voluto trovarsi insieme per la “Giornata di fraternità della vita consacrata” organizzata dalle loro rispettive segreterie: CIIS – USMI – CISM.

L‘incontro ha avuto luogo venerdì 30 dicembre ad Agrigento, nella Parrocchia Beata Maria Vergine della Provvidenza, e ha visto riuniti sessanta consacrati che hanno vissuto la meravigliosa esperienza di una gioiosa fraternità tra membri di diverse congregazioni. La giornata che aveva come tema: “Siamo l’abbraccio di Dio al mondo – Abitare la storia”, ha avuto inizio con un momento di preghiera, a cui ha fatto seguito il saluto degli organizzatori all’assemblea e la relazione di don Baldo Reina su “Abitare la storia per abbracciare il mondo”.

Gli stimoli di riflessione che la relazione ha offerto sono stati molti e hanno aperto un fecondo dibattito. Don Baldo ha sottolineato come Dio invii le persone consacrate per essere segno profetico nel nuovo corso della storia. Da persone abitate da Dio esse diventano persone che abitano la storia. Abitare la storia implica una grande passione per l’umanità, conoscere le nuove forme di povertà per essere segno della signoria di Dio in mezzo alle piaghe della storia. Abitare non è occupare uno spazio ed avere uno statuto giudicante, abitare è amare e desiderare che la presenza salvifica di Dio arrivi a tutti. Con forza è stato sottolineato che si “abita solo ciò che si ama” ricordandoci che siamo chiamati ad un amore gratuito e totale, a un condividere fino in fondo la nostra vita e ad abitare in modo particolare le relazioni perché “siamo di Dio”.

In un contesto storico-culturale dai cambiamenti epocali, occorre averne consapevolezza ed attrezzarsi per riuscire a dare risposte evangelicamente efficaci. Siamo chiamati a rilanciare la Speranza “accompagnando il tramonto della vita consacrata” “forzando l’aurora di una nuova espressione di vita consacrata” per andare sempre più “verso l’altra riva” come ci invita a fare il Piano Pastorale Diocesano 2016-17.

Dopo la condivisione del pranzo, le diverse segreterie hanno avuto i loro rispettivi incontri assembleari e ogni gruppo ha concluso la giornata con un momento di preghiera e l’arrivederci al prossimo appuntamento che sarà il 2 febbraio per la Giornata della Vita Consacrata.

Santina Piazza