Benedetti i nuovi locali della Curia diocesana

Benedetti i nuovi locali della Curia diocesana

IM000113.JPG

Con una sobria cerimonia a cui hanno preso parte i direttori degli uffici, i dipendenti, i collaboratori, i volontari ed i sacerdoti della Diocesi sono stati benedetti dal card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento i nuovi locali della Curia diocesana. Gli uffici sono stati trasferiti  al Collegio dei Ss. Agostino e Tommaso sempre all’interno del complesso del Seminario Arcivescovile di Agrigento.

Il dono della crescita numerica dei giovani in ricerca vocazionale e la necessità di ambienti atti a compiere con qualità di vita il cammino verso l’aggregazione al presbiterio diocesano, ha imposto la restituzione da parte della Curia al Seminario dell’immobile denominato “plesso scolastico”. La comunità seminariale lo aveva prestato al servizio degli uffici che collaborano al ministero del Vescovo,  concorrendo con non poco spirito di sacrificio e ulteriore condivisione di spazi e tempi.

Gli uffici, con ingresso dalla piazza don Minzoni, 19 e non più dalla Palestra del Seminario, hanno già ripreso le loro attività. 

I tre piani del Collegio dei Ss. Agostino e Tommaso che ospitano la Curia Diocesana sono così ripartiti:

Piano terra: Ufficio dell’Arcivescovo, URP (ufficio relazioni con il pubblico); Centro per la Missione e Ufficio per le Pontificie Opere Missionarie; Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, di Pastorale della Salute, Migrantes, Servizi per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso e per la Lettura del territorio; Archivi.

Primo piano: Vicario Generale; Cancelleria; Ufficio Matrimoni; Vicario per la Pastorale; Centri per l’Evangelizzazione e la Catechesi, per la Carità e per i Giovani; Tribunale Ecclesiastico con relativa Cancelleria.

Secondo piano: Vicari per l’Amministrazione e per la Ministerialità; Economato e Ragioneria; Ufficio BB.CC.EE., edilizia di culto e Ufficio tecnico; Istituto Sostentamento Clero; Servizio per i legati e le pie fondazioni.