Convegno diocesano dei Ministranti, le modalità per l’iscrizione dei gruppi

Foto archivio

Si avvicina il 25 aprile e con esso il Convegno Diocesano dei Ministranti, giunto alla sua 65 ͣ edizione che vede riunirsi nel Seminario Arcivescovile di Agrigento tutti i ministranti delle diverse comunità parrocchiali.

Il Centro diocesano Ministranti durante l’anno pastorale, grazie alla collaborazione dei sacerdoti e degli animatori parrocchiali, propone ai ragazzi un percorso formativo per la loro crescita spirituale. Il tema per l’anno 2019 è stato: “Sulla mia Parola”.

Manifesto del Convegno dei ministranti con programma

«Questo tema – spiega il direttore del Centro per i ministranti, don Francesco Baldassano –  ha avuto come obiettivo quello di ricordare ai nostri ministranti l’importanza della Sacra Scrittura nella vita cristiana. È necessario, che fin da piccoli, i nostri ragazzi abbiano familiarità con la Parola perché, è attraverso di Essa che Dio si fa conoscere e ci rivela il suo amore. Essendo la liturgia, il “luogo” principale vissuto dai ministranti, sembra utile mettere in risalto l’amore che ognuno di essi deve maturare verso la Parola, perché la liturgia è incontro con il Signore vivo e risorto».

Il Centro diocesano Ministranti nel giorno del Convegno farà sintesi del percorso fatto attraverso la preghiera, il gioco e lo stare insieme. Per favorire l’organizzazione del Convegno e soprattutto la gestione dei laboratori pomeridiani il gruppo che vorrà partecipare deve iscriversi all’indirizzo: ministrantiagrigento@libero.it, entro il 21 aprile. Nell’email si deve indicare il nome del gruppo, la parrocchia, il paese di provenienza, il numero dei bambini che parteciperanno e il nome, con un recapito telefonico, del responsabile.

È consuetudine che nel giorno del Convegno si faccia una raccolta di solidarietà. Quest’anno i nostri aiuti sosterranno i più piccoli, attraverso la raccolta di prodotti per neonati, come ad esempio: pannolini, latte in polvere, omogeneizzati e tutto quello che possa servire per l’alimentazione dei neonati e per la loro pulizia. I prodotti saranno consegnati in piazza don Bosco deve alcuni seminaristi saranno addetti alla raccolta.