Giornata della Memoria e dell’Accoglienza: “Nel segno della speranza”

Giornata della Memoria e dell’Accoglienza: “Nel segno della speranza”

Coffin of victims are seen in an hangar of Lampedusa airport on October 5, 2013 after a boat with migrants sank killing more than hundred people. Italy mourned today the 300 African asylum-seekers feared dead in the worst ever Mediterranean refugee disaster, as the government appealed for Europe to stem the influx of migrants. Italian emergency services hoped to resume the search for bodies on October 5, 2013 despite rough seas after the accident, in which 111 African asylum-seekers are confirmed dead and around 200 more are still missing. AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

Domenica 4 ottobre, alle ore 17:30 nella chiesa San Domenico ad Agrigento sarà celebrata della “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza”, ed avrà per tema “Nel segno della Speranza”.

“L’occasione di questa celebrazione – dice Mariella Guidotti, delegata diocesana per l’Ufficio Migrantes –
è offerta dalla omonima Giornata nazionale, istituita per ricordare tutti i migranti morti nel tentativo di fuggire da persecuzioni, dittature, guerre e miseria, nonché tutti gli uomini che per salvarli mettono a rischio la propria vita. Sarà una preghiera ecumenica, preparata insieme a rappresentanti della comunità ortodossa e pentecostale, e si sostanzierà di letture della Parola di Dio, salmi, canti nelle varie lingue, di testimonianze. Per imparare a vivere insieme questa città, come protagonisti di nuove relazioni di reciproca accoglienza”.