“Corruzione è peccato” il 14 luglio incontro con d.Ciotti a Raffadali

“Corruzione è peccato” il 14 luglio incontro con d.Ciotti a Raffadali

«La corruzione è una tentazione, è uno scivolare verso gli affari facili, verso la delinquenza, verso i reati, verso lo sfruttamento delle persone. […] È una parola brutta, se ci pensiamo un po’. Perché una cosa corrotta è una cosa sporca! Se noi troviamo un animale morto che si sta corrompendo, che è “corrotto”, è brutto e puzza anche. La corruzione puzza! Un cristiano che lascia entrare dentro di sé la corruzione non è cristiano, puzza!» (Papa Francesco, discorso a Scampia, 21 marzo 2015).

Da questo pronunciamento magisteriale del Romano Pontefice scaturisce la decisione della Santa, allo studio delle Congregazioni vaticane competenti, di comminare la scomunica anche ai corrotti, oltre che ai mafiosi.

Sarà questo il tema che si affronterà venerdì prossimo, 14 luglio, alle 20, nella Piazza Europa di Raffadali.

Al convegno, inserito nel contesto delle manifestazioni previste per la Festa Patronale dedicata a Maria “Salute degli Infermi”, interverrà Don Luigi Ciotti, Presidente nazionale dell’Associazione “Libera”, da sempre impegnata sul fronte della resistenza alla corruzione e alle mafie.

L’evento è promosso dalla Parrocchia S. Oliva, dall’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale, dal Presidio “Libera” di Raffadali e dalla Postulazione della Causa di canonizzazione del Servo di Dio Rosario Angelo Livatino.