Chiamati ad aprire il cuore alla Misericordia

Chiamati ad aprire il cuore alla Misericordia

Partire insieme per una giornata di formazione e di fraternità è sempre una grande festa. E domenica 31 gennaio i diaconi di Agrigento con le loro spose si sono diretti a Nicosia, dove si è svolto l’incontro di formazione organizzato dal Centro “Madre del Buon Pastore” diretto da don Calogero Cerami e rivolto ai diaconi delle diocesi di Agrigento, Caltanissetta, Nicosia e Piazza Armerina.

Il tema della Misericordia, che quest’anno è il filo conduttore di tutti gli incontri, è stato trattato attraverso la lectio su alcuni brani biblici tenuta dal prof. don Cirino Versaci – docente presso la Facoltà Teologica di Sicilia.

La prima parte della giornata è stata dedicata alla riflessione profonda della Parola che ha aperto orizzonti nuovi sul servizio diaconale e sulla gioia di essere presenza profetica lungo le strade e le periferie dell’umano.

Ma l’incontro di formazione non è solo un momento di crescita a livello spirituale e culturale, é anche un’esperienza di fraternità e di comunione.

Dopo la Celebrazione Eucaristica, il pranzo e la condivisione nella seconda parte della giornata lasciano spazio alla narrazione, al confronto e allo scambio vicendevole di esperienze, difficoltà e conquiste quotidiane.

Il Centro “Madre del Buon Pastore” sin dalla sua istituzione, ha investito molto sulla formazione dei presbiteri e dei diaconi e anche per l’anno pastorale 2015-16 ha articolato un nutrito pacchetto di proposte formative.

Oltre ai tre incontri zonali, l’annuale Festa Regionale dei diaconi insieme alle famiglie sarà preceduta dal Primo Convegno Regionale dei diaconi che prepara ad accogliere il Convegno Nazionale che si terrà a Cefalù nel 2017.

Nuovo ed interessante è anche il Laboratorio sull’omiletica per diaconi e loro spose sul tema: “Annunciare il Vangelo della Misericordia” alla luce della recente pubblicazione del Direttorio omiletico.

Sarà interessante riflettere in maniera laboratoriale sulle tecniche di annunzio che aiutino a veicolare la bellezza e la ricchezza della Parola.

Il Giubileo della Misericordia sia per noi l’occasione favorevole per ritrovare un rinnovato slancio nel servizio perché possiamo essere capaci di rispondere alle sfide del nostro tempo e alle esigenze del territorio.

Tina e Benedetto Comparetto